BUONA NOTTE, ANCHE CON LA DERMATITE ATOPICA

TUTTI GLI ARTICOLI
Come facilitare la nanna dei piccoli affetti da dermatite atopica e quindi dal prurito? Una mamma lo spiega al suo bambino.

Mamma non ne posso proprio più di passare le mie notti in bianco, per colpa delle mie macchie rosse. Che magari stanno buone durante il giorno e poi si svegliano e cominciano a prudere proprio alla sera quando sono pronto ad andare a letto. Così mi fanno dormire male e, quando credo di essere sul punto di addormentarmi, anche dopo la favola che mi racconti,  ecco che loro mi invitano a grattarle. E io non resisto alla tentazione. Perché se le gratto, prima mi sento bene, ma subito dopo mi bruciano, si arrossano e sono punto da capo. Altro che sonni tranquilli, sono sonni da incubo! Allora mi sveglio agitato, al mattino, già irritato, con ancora la voglia di grattare, stanco, capriccioso. E faccio stare male e preoccupare anche te, così trascorriamo male la giornata tutti e due. Mamma che cosa possiamo fare?

Piccolo mio, penso io alla tua pelle capricciosa. Intanto prima di andare a letto, le facciamo un trattamento speciale, idratante e rigenerante. E vedrai che ti sentirai subito meglio. Per prima cosa ti preparo un bagnetto tiepido con i Sali da bagno che ti rilassa e aiuta a riposare. La detergiamo delicatamente con i prodotti che la proteggono, che portano via gli agenti cattivi che la possono irritare e che la idratano bene. Lo sai, spesso l’aria inquinata o il sudore se hai corso un po’ troppo possono farle perdere acqua, rendendola più secca. Ma noi siamo furbi e le diamo ogni sera e al mattino il necessario nutrimento. E poi abbiamo cura, quando esci dall’acqua, di asciugarci bene, tamponando il tuo corpicino, piano piano per non lasciare tracce di acqua e di umidità, usando un asciugamano morbido e di fibra delicata come il cotone, il cui contatto ti piace tanto.
Ma mi metti anche la crema?

Certo, ti massaggio con la punta delle dita, lievemente, dopo essermi lavata le mani con cura e avere tenuto un po’ la crema sui palmi e averla riscaldata un po’. E’ una crema ricca di emollienti e senza agenti che ti possano irritare. Si assorbe facilmente, vedrai che non ti darà alcun fastidio. Ti spalmo da capo a piedi, soprattutto dove senti più prurito, come nelle pieghe delle gambe o delle braccia, sulle orecchie o dove mi indicherai tu. Te la stendo bene, come un velo sottile, e la faccio penetrare in profondità, così tutti i tessuti si sentiranno subito meglio, freschi e idratati. Applichiamo la crema un paio di minuti dopo il bagno, quando la pelle è appena umida e i pori ancora dilatati, così otteniamo l’effetto migliore. Vedrai che quel fastidioso prurito sarà meno intenso e potrai dormire più tranquillo.

Mi racconti come fai a massaggiarmi, che mi piace tanto?

Comincio dalle gambine e salgo lentamente verso l’alto, partendo dalla caviglia fino alle cosce, senza tralasciare nessun lembo di pelle né davanti né dietro. Poi sarà la volta delle braccia: prima i polsi e poi su fino alle ascelle, e infine le mani e i piedi, massaggiando tutte le dita, compresi i palmi e le piante dei piedi. Infine il busto: ti spalmo la crema con le mani ben aperte, leggere e distese, con movimenti concentrici che partono dall’addome arrivando fino al collo e al visino. Ed ecco che abbiamo finito, sei tutto incremato. Pronto per il pigiamino!

E quale pigiama scegli?

Quello che vuoi tu. Basta che sia naturale, tutto di cotone. Non deve contenere alcuna fibra sintetica, che ti fa male, e poi essere comodo senza strofinare la pelle o stringere il corpo.

Ma non avrò caldo, così vestito? Lo sai che soffro e mi viene da scoprirmi.

Non ti preoccupare, cucciolo. Il pigiamino è leggero come una piuma. Anche la copertina è leggera. E poi oggi, durante le ore più fresche, ho arieggiato bene la tua cameretta. Così si è mantenuta alla giusta temperatura e sono usciti dalla finestra anche germi e polvere che potrebbero essere dannosi per la tua pelle. Se poi durante la notte ti scopri pazienza, non mi arrabbierò: lo so che con il caldo il prurito aumenta.

Non mi fai il biberon, prima di andare a nanna?

Quello proprio no. Lo sai che non lo puoi bere prima di andare a dormire. Ci sono alimenti che è meglio non consumare alla sera. Te ne ricordi? Sono le uova, il pesce, la frutta secca e anche il latte.

E allora come faccio a stare tranquillo e ad addormentarmi?

Ti preparo un bel biberon di camomilla. Sei contento?
Soluzioni Laevia per buona notte, anche con la dermatite atopica