TUTTI GLI ARTICOLI

Le muffe sono dei micro organismi vegetali: funghi che durante la crescita producono spore di dimensioni ridotte (più piccole dei pollini) che si disperdono nell’aria e, se inalati, provocano una reazione allergica.

Anche se la sporulazione avviene principalmente in estate e in autunno, si possono avere manifestazioni allergiche durante tutto l’anno: questo è dovuto al fatto che le muffe si possono incontrare sia all’esterno che all’interno delle case.
 In Italia le muffe più diffuse e allergizzanti sono l’Alternaria, che cresce su frutta e ortaggi in decomposizione oltre che in ambienti umidi, il Cladosporium, altra muffa vegetale, l’Aspergillus, che prolifera comunemente su cibi ricchi di amido come patate e cereali e il Penicillium che troviamo soprattutto su agrumi, aglio, mele e pere. Aspergillus e Penicillium sono le muffe più diffuse negli ambianti interni. Le condizioni ottimali per il loro sviluppo sono date da una temperatura compresa tra i 18° e i 40°C e un'umidità compresa tra il 75% ed il 95%.
 Alcune spore hanno una forma tale da riuscire facilmente a penetrare in profondità nelle vie respiratorie, fino a raggiungere i bronchi e gli alveoli polmonari. L'inalazione delle spore di Alternaria, ad esempio, rappresenta una causa dell'asma bronchiale, proprio in virtù delle sue ridottissime dimensioni.

PREVENZIONE

 Il miglior trattamento per ogni allergia consiste nell'adottare adeguate misure per evitare l'esposizione all'allergene. Tuttavia le muffe sono comunissime ed è quasi impossibile impedire completamente un eventuale contatto. Se possibile
• Evitare ambianti quali serre, negozi d’antiquariato, cantine, stalle e saune.
• Eseguire periodicamente la pulizia dei filtri dell’aria condizionata.
• Evitare passeggiate nei boschi e il contatto con cataste di legna o mucchi di foglie.
• Le piante da appartamento non sono la sorgente principale di muffe nell'ambiente domestico, ma è prudente limitarne il numero.
• In bagno e in cucina usare una ventola aspirante o cambiare l’aria subito dopo aver fatto la doccia e dopo aver cucinato.
• Pulire molto frequentemente il frigorifero avendo cura di rimuovere immediatamente eventuali cibi avariati.
• Asciugare gli indumenti all'aria subito dopo il lavaggio. Se si è allergici all'Alternaria è meglio asciugare gli indumenti all'interno della casa con l'aiuto di un deumidificatore.
• Per le pulizie domestiche utilizzare prodotti che uccidono le muffe.
• La carta da parati è un luogo molto favorevole alla crescita delle muffe.
• Nella camera da letto attuare le stesse regole suggerite per la profilassi ambientale conto l’acaro della polvere.

Soluzioni Laevia per le muffe