L’IMPORTANZA DELL’IDRATAZIONE: DA MATTINO A SERA E FINO A NOTTE FONDA

TUTTI GLI ARTICOLI

Quando la pelle appare untuosa e desquamata, come nel caso della dermatite seborroica, la prima reazione sarebbe quella di pulirla a fondo per togliere l’eccesso di sebo fastidioso e imbarazzante che la ricopre. Anche lavare frequentemente i capelli per eliminare l’eccesso di forfora è un atteggiamento sbagliato e controproducente. Un’azione pulente aggressiva e frequente, infatti, causerebbe una produzione eccessiva sebo aumentando ulteriormente l’aspetto untuoso e la forfora a livello del cuoio capelluto. Meglio, quindi, lavarsi con la giusta frequenza, usando detergenti delicati ed emollienti che rispettano le difese naturali di pelle e cuoio capelluto.

DIFENDERE IL “MANTELLO IDROLIPIDICO” DALLA DESQUAMAZIONE – Si chiama così la barriera naturale, composta di sebo e acqua, di cui la pelle si riveste per proteggersi dall’attacco da parte degli agenti esterni. Ecco perché è importante difenderla, anche attraverso una corretta igiene personale – ovvero la detersione e l’idratazione – che non danneggi lo strato di cellule della pelle. Uno dei primi segnali che qualche cosa non va nel ‘mantello idrolipidico’ è la comparsa di zone con desquamazione, una delle caratteristiche principali della dermatite seborroica. Le cause che possono indurre la pelle e il cuoio capelluto a mutare aspetto e consistenza tissutale sono diverse: alterazioni delle difese immunitarie, predisposizione genetica, variazioni ormonali, malattie neurologiche, una igiene inappropriata e l’uso di detergenti o lozioni che irritano la pelle. Una pulizia efficace ma che preservi anche l’integrità della pelle è fondamentale per ogni tipo di pelle, soprattutto se è affetta da dermatite seborroica. Ci sono alcune regole d’oro da seguire per poter alleviare i sintomi della dermatite seborroica e, al contempo, mantenere intatte le difese naturali della pelle:

USA DETERGENTI POCO AGGRESSIVI  – La pelle va sempre trattata con delicatezza, specie se è affetta da qualche disturbo cronico, infiammatorio e irritativo come la dermatite seborroica. Meglio potare per l’uso di prodotti detergenti neutri (pH= tra 5 e 6), meglio se a base di glicerina, proteine della seta o collagene ed escludere tutte quelle soluzioni contenenti sostanze detergenti e sgrassanti (SLES, SLS, PEG, EDTA, Parabeni e Petrolati) che aumentano ulteriormente l’irritazione già causata dalla dermatite seborroica. L’uso quotidiano di detergenti delicati e specifici per il problema della desquamazione e della pelle untuosa rappresenta un rimedio per contrastare e prevenire i sintomi della dermatite seborroica.

 RISCIACQUA ABBONDANTEMENTE  – Anche l’acqua ha la sua importanza. La pelle, dopo l’uso di detergenti adeguati, va risciacquata abbondantemente con acqua corrente e dolce, cioè povera di residui di calcare. Nel caso viviate in una zona dove l’acqua è 'dura', cioè ricca di sali minerali, è meglio risciacquarsi usando l’acqua oligominerale per evitare di seccare o irritare ulteriormente la pelle.

 FACCIAMOCI BELLE RISPETTANDO LA PELLE!  - Un po’ di trucco fa sempre sentire la donna a proprio agio e più a posto con se stessa. Anche se la pelle è interessata dalla dermatite seborroica è possibile applicare un make-up, basta che rispetti le caratteristiche e delle esigenze della pelle. Meglio scegliere cosmetici di marca, perché sono testati dermatologicamente, effettuando comunque prima l’applicazione di piccole quantità del prodotto su una parte del viso per vedere se compare irritazione o una reazione allergica che peggiorerebbero lo stato della pelle già colpita da dermatite seborroica. In caso di irritazione della pelle su cui hai applicato la quantità di prodotto, l’uso del cosmetico va sospeso. Inoltre, è sempre necessario verificare che i cosmetici non contengano sostanze che favoriscono la formazione di comedoni e punti neri, quali ad esempio particolari emulsioni, coloranti, conservanti, schermanti solari ed eccipienti. La pelle va protetta sia sopra che sotto il make-up. Per creare il giusto film protettivo è bene ricorrere all’applicazione di basi leggere come creme idratanti in soluzione acquosa, in gel, a base di proteine, glicosaminoglicani, collagene, elastina e privi di componenti grasse. Sopra al trucco, invece, può essere utile applicare della cipria, in polvere o compatta, che aiuta ad assorbire l’untuosità e a rendere la pelle più opaca. È importante ricordarsi di struccarsi la sera, usando un latte detergente che rispetti il pH acido della pelle e il mantello idrolipidico, meglio se già formulato per pelli grasse e facile da sciacquare.

 RICORDATI DI NUTRIRE E IDRATARE LA PELLE  – La parola 'nutrizione' spesso si lega a creme con una componente per lo più grassa. Allora è meglio iniziare a nutrire la pelle dall’interno con una dieta sana che ti può consigliare il dermatologo, nutrizionista o lo specialista. Su una pelle che sta visibilmente meglio l’effetto di qualsiasi rimedio cosmetico sarà migliore, anche per la pelle con dermatite seborroica. Anche una buona idratazione della pelle comincia dall’interno. Dunque, è fondamentale assicurarsi di bere almeno 1,5-2 litri al giorno di acqua, escludendo bevande zuccherate, alcolici e caffè che possono alterare la composizione del sebo e peggiorare i sintomi della dermatite seborroica. Se si è alla ricerca di un prodotto con azione protettiva e preventiva per la dermatite seborroica, si può ricorrere all’uso di maschere a base di fosfolipidi, che sono fra i costituenti principali delle membrane cellulari, per favorire il ripristino dell’equilibrio sebaceo della pelle.

 PRENDITI CURA DELLA PELLE ANCHE DI NOTTE  – La pelle seborroica nelle ore notturne andrebbe fatta respirare, senza applicare nulla sulla sua superficie. Tuttavia, in caso di irritazione, è possibile fare degli impacchi di camomilla e malva, o ricorrere ad emulsioni lenitive a base di hamamelis, bardana, aloe, alfabisabololo e azulene. Di tanto in tanto, si può fare uso di maschere d’argilla, che possono svolgere sulla pelle una azione stringente e calmante. Attenzione, invece, alle lozioni antisettiche contenenti disinfettanti e sostanze comedogeniche o sensibilizzanti.

 ANCHE PER LUI  – La dermatite seborroica non è un problema solo femminile ma incidono anche nella quotidianità maschile. Se le lesioni si localizzano principalmente sul viso, la barba e la rasatura possono rappresentare un rischio di ulteriore irritazione della pelle. Allora, cosa scegliere al mattino fra rasoio elettrico e lametta da barba? Gli esperti consigliano la lametta, perché evita di mettere la pelle a contatto con il calore prodotto dal rasoio elettrico, una ulteriore fonte di stress per la pelle irritata a causa della dermatite seborroica.

Soluzioni Laevia per l’importanza dell’idratazione: da mattino a sera e fino a notte fonda