È importante fare una distinzione tra allergia e intolleranza alimentare. Le allergie alimentari agiscono allo stesso modo delle altre allergie: una prima fase di sensibilizzazione, seguita da una seconda fase di reazione allergica causata dal contatto con l'allergene.

L'intolleranza è una reazione avversa o un'ipersensibilità ad alcune sostanze ingerite. Nelle allergie le immunoglobuline giocano un ruolo chiave, mentre i linfociti T sono coinvolti nell'intolleranza.

A seconda del tipo di intolleranza, è possibile che una piccola quantità di cibo non tollerato possa essere assunta da un soggetto senza che venga innescata una reazione. Al contrario, se il problema è l'allergia alimentare, anche una piccola quantità di cibo può scatenare una reazione allergica. Le allergie alimentari possono causare sintomi gravi e persino shock anafilattico. Gli allergeni più frequenti sono alcuni tipi di proteine ​​contenute in:

  • Crostacei
  • Arachidi
  • Noci 
  • Latte
  • Uova
  • Pesce

Molti pazienti che soffrono di rinite allergica possono essere gravemente colpiti da frutta e verdura fresca, nonché da alcuni tipi di noci e spezie. Una reazione allergica può includere sintomi tipici come prurito e formicolio alla bocca. In alcuni pazienti, una sindrome allergica di questo tipo, chiamata anche sindrome da allergia orale (OAS), può causare gonfiore della gola e shock anafilattico. OAS è un esempio di reattività crociata. Le proteine ​​presenti nella frutta e nella verdura possono provocare una reazione perché sono molto simili a quelle presenti in alcuni pollini. Cucinare frutta e verdura prima di mangiarle può aiutare a evitare reazioni allergiche. La frutta e la verdura cotte di solito non provocano alcuna reattività crociata. Di seguito sono riportati alcuni esempi di allergie frequenti cross-reattività tra polline e frutta / verdura. Se sei allergico al polline di betulla potresti essere allergico anche a:

  • Mela
  • Carota
  • Sedano
  • Nocciola
  • Pesca
  • Pera
  • Patata cruda

Se sei allergico al polline di ambrosia potresti essere allergico anche a:

  • Banane
  • Meloni
  • Anguria
  • Pomodori

Se sei allergico al polline di artemisia potresti essere allergico anche a:

  • Mele
  • Carote
  • Sedano
  • Kiwi
  • Arachidi
  • Spezie (cumino, prezzemolo, coriandolo, anice, finocchio).

Prevenire le allergie

L'unico modo per evitare con certezza eventuali reazioni allergiche è evitare cibi che contengono allergeni. Tuttavia, nonostante tutte le precauzioni, è possibile entrare accidentalmente in contatto con allergeni.

Nella vita di tutti i giorni, è molto importante ridurre al minimo il rischio di assunzione involontaria di cibo incriminato. Non dare nulla per scontato! Leggi attentamente le etichette per assicurarti che un determinato alimento non contenga tracce di ciò a cui sei allergico.

In caso di dubbio, rifiuta! Non è sempre facile identificare tutti gli ingredienti, ad es. quando si tratta di una cena fuori, quindi meglio non rischiare. Non tutti capiscono quanto sia grave una reazione allergica. Se la persona allergica è un bambino, devono essere coinvolti tutti i parenti, gli insegnanti e la baby-sitter.